Travel

Come scrivere un diario di viaggio: consigli

Quando viaggiamo, vorremmo imprimere nella memoria tutto ciò che vediamo, che succede e viviamo per poterlo poi ricordare una volta tornati a casa. Possiamo fare questo attraverso foto, souvenir, video o anche con un diario di viaggio. Certamente il diario di viaggio cartaceo mantiene sempre il suo fascino: puoi scrivere ciò che vuoi, incollare i biglietti del treno, le brochure dei luoghi che visiti o i volantini degli eventi. Tuttavia, esistono una serie di app di viaggio che consentono di appuntare tutto ciò che vuoi ricordare riguardo ai tuoi soggiorni. Se vuoi rimanere tradizionalista e optare per un diario vero e proprio o fare un passo avanti tenendo tutti i tuoi ricordi in uno smartphone, continua a leggere questo articolo per scoprire come scrivere un diario di viaggio perfetto.

Cos’è un diario di viaggio

Il diario di viaggio è un quaderno, fisico o virtuale, dove si scrive tutto quello che si vuole ricordare dei propri viaggi. Si possono inserire eventi, scoperte, date, persone che abbiamo conosciuto durante il soggiorno, pensieri, ricordi. E’ un luogo dove puoi appuntare tutto ciò che vuoi e, se ti va, puoi condividerlo o tenerlo per te. Qualsiasi viaggiatore può tenere un diario di viaggio, a prescindere dalla meta e dalla modalità di spostamento. Ogni viaggio merita di essere ricordato e può suscitare piacevoli sensazioni una volta concluso. Nel diario di viaggio fisico è possibile scrivere a mano, creando un momento più intimo con i propri pensieri e la carta, incollare biglietti aerei o del treno, voucher, flyer e molto altro. La versione digitale del diario di viaggio è certamente più versatile, moderna e precisa. Tutto è raccolto nello smartphone e le app consentono di raccogliere pensieri, documenti virtuali ecc. Lo scopo è quello di custodire in un unico luogo le emozioni e i pensieri di un viaggio, utilizzando diari personalizzabili che variano da destinazione a destinazione. Una volta creato il file, si passa alla stampa digitale. La stampa on demand è la scelta che più si avvicina alle tue esigenze di qualità-prezzo. Ti consente di stampare un numero di copie ridotto, che puoi regalare ai tuoi familiari ed amici per condividere con loro le tue esperienze di viaggio. Io sono un’amante della carta e ogni volta che tocco con mano il mio lavoro realizzato mi emoziono. Passare dalla fase digitale al cartaceo è un processo molto importante: affidati ad un professionista della stampa digitale come Stampaprint, che ti permette di proporre un prodotto finito e pronto per essere regalato e conservato.

Perché scrivere un diario di viaggio

Scrivere un diario qualsiasi si rivela spesso un gesto terapeutico per mettere in ordine i propri pensieri, fare il punto della situazione e riflettere. Essendo il viaggio un momento di crescita, può essere utile appuntare ricordi, pensieri e opinioni per rendere la funzione del viaggio ancora più efficace. Il diario, inoltre, ci aiuta a ricordare gli eventi quando il viaggio è finito. E’ utile per raccontare ai propri conoscenti le esperienze, scrivere degli articoli su un blog di viaggi o anche solo per riportare alla mente ciò che si è vissuto. Mentre si è in viaggio, scrivere un diario aiuta a programmare ciò che si vuole fare e vedere. E’ quindi considerato un’ottima tabella di marcio, oltre che un modo utile per individuare le ragioni che ci hanno spinto verso quella meta. Insomma, il diario di viaggio ha diverse funzioni: è un modo per programmare il soggiorno, per tenere a mente tutto quello di nuovo che abbiamo imparato e per riflettere sulle nuove scoperte.

Come scrivere un diario di viaggio? Ecco alcuni consigli per il diario di viaggio perfetto

1. Chiediti a cosa ti servirà il diario

Lo scrivi per ricordare le esperienze una volta tornato a casa? Scrivi per donarlo a qualcuno? E’ il tuo block notes per quando dovrai ricostruire il tuo viaggio per scrivere un libro? In base all’uso che farai del tuo diario di viaggio cambiano le cose che dovrai scrivere e lo stile. Quest’ultimo dovrà essere più chiaro se il diario è destinato alla lettura da parte di un’altra persona, più spontaneo se ti serve per ragionare o mantenere impressi dei ricordi. Se devi usare il diario per procedere poi con la stesura di articoli per un blog, allora dovrai tenere a mente solo ciò che potrebbe interessare ai lettori (alberghi, siti d’interesse, strade, curiosità…).

2. Scegli il supporto che più ti piace

Un’app ben fatta e divertente, così come un bel diario con una carta ruvida e una bella copertina sono un ottimo punto di partenza per scrivere un diario di viaggio con costanza e non perdere mai la voglia di portare avanti l’iniziativa. Infatti, la parte più difficile di tenere un diario di viaggio è proprio la continuità. L’entusiasmo iniziale spesso sfuma e si rischia di abbandonare il diario dopo qualche pagina. Usare un’app che ti piace, comprare un diario con delle caratteristiche adatte a te, penne colorate e adesivi sono tutti ottimi modi per stimolare la voglia di scrivere.

3. Crea una routine di scrittura

Sempre restando sul discorso della costanza, per abituarti a scrivere, scegli un orario e un luogo tranquillo dove concentrarti solo sulla tua scrittura. Nessuno ti deve disturbare, non devi avere distrazioni. In questo modo, scrivendo sempre alla stessa ora e nello stesso luogo, crei una sorta di routine per cui è il tuo cervello a chiederti di cominciare a scrivere ogni giorno.

4. Scrivi solo quello che ti interessa

Non serve appuntare proprio tutto quello che fai, altrimenti rischi di annoiarti e perdere tempo. Piuttosto, lascia che siano i tuoi pensieri, le tue avventure, le curiosità a trasparire sulla carta. Non obbligarti a scrivere qualcosa che non ti va. Registra solo momenti che ti hanno colpito e che desideri tenere fissi nella memoria.

5. Usa uno schema

A proposito di argomenti, per facilitare la scrittura, puoi usare uno schema. Alcuni diari cartacei vengono venduti con delle pagine prestampate che presentano delle domande, degli argomenti e tabelle in modo da organizzare meglio e più in fretta i pensieri. Per esempio: una pagina dedicata a una giornata può essere suddivisa in attività, persone conosciute, aneddoti divertenti, cibo, ore di sonno, chilometri percorsi, uno spazio sulla riflessione, uno per i disegni, per i souvenir…

6. Non limitarti alle parole

Per alcuni, scrivere tutto il tempo potrebbe essere stancante. Se vuoi comunicare un messaggio in poche parole, usa i disegni. Oppure incolla delle brochure, il tovagliolo di carta di un ristorante, una piccola mappa, una foglia e tante altre testimonianze del tuo viaggio.

7. Usa il diario come se fosse un confidente

Se il tuo diario non verrà condiviso, approfittane per confessare tutti i tuoi pensieri. Usalo come se fosse il tuo migliore amico pronto per ascoltarti. Questa attività potrebbe trasformare il tuo viaggio da un semplice soggiorno lontano da casa in un vero e proprio percorso di rinascita e crescita.

8. Prendilo come un divertimento

Il motivo principale per cui le persone smettono di scrivere il diario è la noia. C’è chi è entusiasta al pensiero di ottenere un bel quadernetto pieno di informazioni, ricordi, scritto bene e da mostrare agli amici, ma che comunque non riesce a essere costante perché la scrittura richiede impegno. Non prendere il momento dedicato al diario come un obbligo. Fallo perché ti va! Divertiti mentre scrivi, mettici tutte le emozioni che senti.

9. Appunta gli eventi durante la giornata

Se scegli di scrivere solo alla sera, con tutte le cose belle che succedono in vacanza, rischi di dimenticare qualcosa. Durante il giorno, quando accade un evento che non vuoi scordare, scrivilo a matita sul tuo diario e poi dedicati al racconto della tua giornata alla sera.

10. Prima di scrivere, fai qualcosa che ti ispiri

Passeggia sul lungomare, ascolta una canzone, fai una doccia, parla con un conoscente. Prima di sederti e impugnare la penna, fai in modo che la tua mente sia libera da influenze, soprattutto se negative. Lascia che sia libera di pensare e abbia voglia di comunicare ciò che ha vissuto. Se non fai una pausa tra la frenesia del viaggio e il momento di scrittura, rischi di comporre il tuo diario di fretta e senza la giusta concentrazione. Prenditi un momento per riordinare le idee e poi comincia a scrivere.

Fonte: https://vitalowcost.it

Chi siamoSuvanant Kalijaga

Mi chiamo Suvanant Kalijaga, una Thai Expat in Italia. Sono nata a Bangkok e fino all’età di 10 anni ho vissuto in Thailandia. Dal 2000 vivo stabilmente a Genova, dove lavoro come food blogger e mi occupo anche di progetti editoriali, digital e food photography.